Recital

PARALITURGIA NATALIZIA 2017

NATALE D’AMORE

 

Elenco canti

  1. Caro Gesù
  2. Dormi o bambino
  3. Ninna nanna
  4. Che grande tesoro
  5. Laudato mio Signore
  6. Stella dei nuovi cieli
  7. Natale d’amore
  8. La promessa
  9. Emmanuel
  10. Ramo fiorito

 

Personaggi

  1. Araldino
  2. Stelle
  3. Angeli
  4. Pastori
  5. Giovani
  6. Maria
  7. Giuseppe
  8. San Francesco
  9. Genitori dell’araldino

 

 

Maria e Giuseppe sono fissi sulla scena.

 

Si apre la scena con l’araldino che sta pregando/parlando con  il Gesù bambino che ha ricevuto in regalo dal suo animatore araldini, ed esprime il suo desiderio di realizzare in casa sua il presepio e di affidare proprio a Gesù Bambino alcune cose che sente nel cuore.

 

Sottofondo: CARO GESU’

 

 

 

 

 

A: Caro Gesù agli Araldini ci hanno parlato del presepe che san Francesco ha realizzato a Greccio, anche io voglio preparalo a casa mia. Sono sicuro che se tutti facessero il presepe si ricorderebbero almeno una volta all’anno di te, che ti sei fatto piccolo per essere più vicino a noi e condividere tutto con noi.

Ora che sei qui vorrei dirti tante cose e soprattutto offrirti ed affidarti il nostro mondo che in questo momento non è tanto felice...

 

CANTO: CARO GESU’

 

Caro Gesù, che sei lassù, ti voglio bene:

vieni quaggiù.

 

R. Caro Gesù un canto di gioia

mi sboccia dal cuore e spero sia bello

come quello che il coro degli Angeli

ti canta nel Cielo. Io voglio far festa!

Io voglio cantare!

 

Caro Gesù, voglio dirti che io

quando verrai più buono sarò. R.

 

Caro Gesù, io so che Tu vivi

nel cuore innocente di ogni bambino. R.

 

Caro Gesù, l’uomo torni bambino

e nella tua culla deponga il suo cuore. R

 

 

L’Araldino sogna ad occhi aperti...

 

Sottofondo: DORMI O BAMBINO…  Entrano le stelle

Voce Fuori Campo : Scesa è la notte, buio nel mondo si accendono le stelle e sale la luna !

 

CANTO: Dormi O Bambino

Scesa è la notte, buio nel mondo

si accendon le stelle e sale la luna.

Sento lontano una musica arcana

che desta il creato a cantare con gioia.

 

R. Dormi, dormi o Bambino

sogna gli angeli del cielo,

fai la nanna o tesoro,

dormi, dormi o Gesù  (2v)

 

Una parola risuona nel cielo,

si aprono i cuori al Messia che viene:

pace a voi e festa nel mondo,

Gesù è venuto a portar la salvezza. R.

 

Le stelle rimangono poi sulla scena e vengono illuminati Maria e Giuseppe

 

Sottofondo:NINNA NANNA.. Entrano gli angeli

 

Voce Fuori Campo: E’ festa nei cieli, è festa d’amore e gli angeli cantano in coro!

 

CANTO: Ninna Nanna

Oggi è nato un Bambino

oggi è nato Gesù.

È festa nei cieli è festa d’amor

e gli angeli cantano in cor.

 

R. “Fa la nanna dolce Bimbo”

* gli angioletti in coro

cantano così. (2v)

 

Lieti pastori son venuti

per adorare Gesù.

È festa nei cieli è festa d’amor

e gli angeli cantano in cor. R

 

Lo stringe al seno la sua mamma

e lo bacia con amor.

È festa nei cieli è festa d’amor

e gli angeli cantano in cor. R

 

 

Sottofondo: CHE GRANDE TESORO.. Entrano dal fondo della chiesa i pastori.

 

Voce Fuori Campo: Sorvegliano il gregge i buoni pastori, l’invito celeste li chiama alla grotta. Con voce di gioia esclamano è nato, è nato il Messia!

 

CANTO: Che Grande Tesoro

Dal cielo discende una dolce armonia,

un canto di gloria risuona quaggiù.

Son gli angeli del cielo

che annunciano la pace

e dicono Osanna al Bimbo Gesù.

 

R. Fai la ninna nanna, fai la ninna nanna, fai la ninna nanna dormi Gesù (2v)

 

Sorvegliano il gregge i buoni pastori,

l’invito celeste li chiama alla grotta.

Con voce di gioia

esclamano: è nato!

E’ nato il Messia, è nato Gesù. R.

 

Esulta la mamma e lo stringe sul cuore.

Contempla in silenzio l’amore infinito.

Beata lo nutre di latte e sorriso.

Che grande tesoro in tanta povertà. R.

 

Sottofondo: LAUDATO MIO SIGNORE

Da fondo della chiesa entrano poi i ragazzi della cresima con dei cartelloni con i simboli del laudato: sole, acqua, fuoco, etc.

 Mentre si sistemano:

 

RAGAZZO CRESIME: Anche noi Caro Gesù abbiamo bisogno di affidarti una cosa molto importante: tutto il creato: il sole la luna e le stelle, l’acqua del mare e la terra, il vento e le nubi (mentre parla i ragazzi con i cartelloni si sistemano) perché ognuno di questi elementi non venga sciupato dalla mano dell’uomo e possano continuare ad essere belli e puri come TU li ha voluti.

 

CANTO: LAUDATO, MIO SIGNORE

Laudato si’ Signore

Per le tue creature:

per il sole, la luna e le stelle,

per il vento e l’acqua,

i fiori e gli uccelli. R

 

Laudato, laudato,

laudato, mio Signore.

 

Laudato si’ Signore,

per chi perdona nel tuo amore,

per chi vive in pace ed umiltà,

per chi crede e spera,

per chi prega e ama. R

 

Laudato si’ Signore,

per sora morte corporale.

Beato chi avrà la veste bianca,

siederà con Te

alla mensa del Cielo. R

 

RAGAZZO CRESIME 2

PREGHIERA:

Dio Onnipotente, che sei presente in tutto l’universo e nella più piccola delle tue creature, Tu che circondi con la tua tenerezza tutto quanto esiste, riversa in noi la forza del tuo amore affinché ci prendiamo cura della vita e della bellezza. Inondaci di pace, perché viviamo come fratelli e sorelle senza nuocere a nessuno. O Dio dei poveri, aiutaci a riscattare gli abbandonati e i dimenticati di questa terra che tanto valgono ai tuoi occhi. Risana la nostra vita, affinché proteggiamo il mondo e non lo deprediamo, affinché seminiamo bellezza e non inquinamento e distruzione…. Insegnaci a scoprire il valore di ogni cosa, a contemplare con stupore,  a riconoscere che siamo profondamente uniti con tutte le creature nel nostro cammino verso la tua luce infinita.

Papa Francesco

Si posizionano sull’altare.

 

… Entra un ragazzo della Gifra si rivolge a Maria e recita una preghiera di affidamento.

 

Abbiamo bisogno di Te Maria volgi il tuo sguardo su noi giovani che abbiamo scelto il cammino francescano e Ti affidiamo quanti sono ancora lontani da Te:

Madre Maria, proteggici

sempre sotto il tuo manto splendente.

Rendici docili alla Parola e alla Volontà del

Tuo Figlio Gesù.

Ti chiediamo di assisterci sempre nello studio, nel lavoro, nelle nostre amicizie

perché siamo sempre coraggiosi nell’annuncio ed

instancabili nella carità….

Prendi possesso di tutta la nostra vita e

guidaci tu sulla strada dritta che porta a Cristo.

 

CANTO:  Stella dei Nuovi Cieli.

Grembo di Dio, Maria,

aurora di salvezza,

sei segno di speranza,

vinta è la morte.

 

Rit. Stella dei nuovi cieli,

veglia su di noi,

proteggi la tua Chiesa

e mostraci Gesù.

 

Mistica sposa e madre,

alba di gloria sei,

terra promessa hai dato

al mondo il Salvatore. Rit

 

Porta del cielo guarda

benigna i figli tuoi,

coprili col tuo manto,

stringili al tuo cuore. Rit

 

 

Un  altro ragazzo della Gifra legge la preghiera  Vivere il Natale:

O Maria,

tu che hai donato al piccolo Gesù la tua carne immacolata,

donaci di vivere davvero questo Natale,

perché adesso, qui, Gesù viene per noi.

Fa’ che contempliamo almeno una scintilla

della vita eterna di Dio che, per amore,

 è entrato ed entra nel mondo,

per renderci suoi figli e fratelli in Gesù.

Tu, o Maria, che conosci i problemi dell’umanità,

dei popoli, del nostro paese, di tante famiglie, di tanti bambini,

aiutaci a credere che la pace di Dio

può sconfiggere il male del mondo,

a partire da ciascuno di noi.

Fa’ che ognuno  viva  la propria responsabilità

personale nella luce di questa notte santa,

per edificare la civiltà della pace e dell’amore.

 

CANTO: NATALE D’AMORE

Rit muto

 

Solo camminavo

per strade buie,

nel cielo all’improvviso

splende una luce mh…

 

Rit. È Natale, è Natale, è Natale d’amore.

 

Nella notte fredda

un canto d’angeli

e nel mio cuore

sento una voce mh…

 

Rit. È Natale, è Natale, è Natale d’amore.

 

Alla tua capanna

anch’io sono arrivato.

Ti amo e ti adoro,

ti offro il mio grazie per sempre.

 

Rit. È Natale, è Natale, è Natale d’amore. (2v)

Rit (2v) muto

 

 

… Entra un membro dell’OFS si avvicina al presepio e si rivolge a Giuseppe:

 

Senza di Te Giuseppe nulla sarebbe stato così, con il tuo Si fermo e deciso hai protetto la tua famiglia. Ti affidiamo tutte le famiglie, in particolare coloro che vivono momenti di difficoltà.

 

 

CANTO: LA PROMESSA

Recitato: Giuseppe, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Quel che è generato in Lei, viene dallo Spirito Santo. (Mt 1,20)

 

Rit. Sei tu, il Dio dei miei padri,

Jahve l’Onnipotente.

Tu, che parli al mio cuore,

Altissimo, Signore.

 

La tua voce guida i miei passi

sui sentieri della storia,

ma io sono solo un uomo.

Un uomo che ama,

un uomo che dubita,

un uomo che spera nella tua promessa. (stacco musicale) Rit.

 

Sotto il cielo incantato una notte,

nel silenzio del mondo,

hai plasmato il mio spirito.

Un uomo che ama,

un uomo che crede,

un uomo che spera nella tua promessa. (stacco musicale) Rit

 

Mi hai donato un cuore di padre,

obbediente per amore come Cristo,

tuo Figlio.

E’ Gesù che ama,

è Gesù che salva,

è Gesù che incarna la tua promessa. (stacco musicale)

.

Lettore:  “Cantiamo con gli angeli”

 

Gesù Bambino,

nell’umile capanna

di Betlemme

vorrei guardarti

con gli occhi di tutti gli uomini

e dirti: Signore, io credo in te.

Con le braccia di tutti gli uomini

alzate verso il cielo

vorrei gridarti:

io spero in te.

Con i cuori di tutti gli uomini,

rappacificati in te,

vorrei levare un solo grido:

Signore io ti amo.

Alleluia!

Davanti alla tua culla

con lo spirito purissimo

della tua Madre Immacolata

e con la voce di tutta l’umanità

vorrei cantare:

l’anima mia magnifica il Signore

e il mio spirito

esulta in Dio, mio Salvatore.

Cantiamo con gli angeli:

Gloria a Dio

nell’alto dei cieli,

e pace in terra

a tutti gli uomini,

chiamati ad amare.

P. G. Alimonti

 

CANTO:  EMMANUEL

Rit. Emmanuel, Emmanuel.

Dio è con noi, Emmanuel (2 v.)

Emmanuel, Emmanuel.

 

Venne nel mondo il Verbo di Dio

ad abitare in mezzo a noi.

Luce vera, che illumina gli uomini,

anche i suoi non l’hanno accolta. Rit

 

Ci ha resi figli di un unico Padre,

per insegnarci il vero amore.

Agnello immolato offre la vita

e noi salva dal peccato e la morte. Rit

 

Uomini nuovi nella sua grazia,

portiamo a tutti il messaggio di pace.

Fratelli nel Cristo edifichiamo

un mondo libero che dà speranza. Rit

 

 

 

 

 

… Entra   SAN FRANCESCO, prende il Bambinello recita (con sottofondo Rupe di Greccio) e recita “Sei nato per me” :

 

Gesù,

tu sei nato debole,

perché io non abbia mai paura di te.

 

Sei nato povero,

perché io ti consideri

la mia unica ricchezza.

 

Sei nato piccolo,

perché io non cerchi

di dominare gli altri.

 

Sei nato in una grotta,

perché ogni uomo

sia libero di incontrarti.

 

Sei nato nella semplicità,

perché io smetta

di essere complicato.

 

Sei nato per amore,

perché io non dubiti

mai del tuo amore.

 

Infine entrano i genitori dell’araldino, si recano tutti e tre davanti al presepio e recitano insieme una preghiera per la famiglia****.

 

Gesù, Maria e Giuseppe

contempliamo in voi

la bellezza della comunione nell’amore vero;

a voi raccomandiamo tutte le nostre famiglie,

perché si rinnovino in esse le meraviglie della grazia.

 

Santa Famiglia di Nazareth,

….

donaci lo sguardo limpido

che sa riconoscere l’opera della Provvidenza

nelle realtà quotidiane della vita.

Fa’ rinascere in noi la stima del silenzio,

rendi le nostre famiglie cenacoli di preghiera

e trasformale in piccole Chiese domestiche,

rinnova il desiderio della santità,

sostieni la nobile fatica del lavoro, dell’educazione,

dell’ascolto, della reciproca comprensione e del perdono.

 

Ogni famiglia sia dimora accogliente di bontà e di pace

per i bambini e per gli anziani,

per chi è malato e solo,

per chi è povero e bisognoso.

 Gesù, Maria e Giuseppe

voi con fiducia preghiamo, a voi con gioia ci affidiamo.

 

CANTO: Ramo Fiorito.

Tanti fiori su un ramo di pesco,

d'improvviso sono sbocciati,

tante stelle si sono affacciate,

dal profondo azzurro del cielo.

 

È l'alba del giorno più bello,

è il profumo che viene da Betlemme,

la luce diffonde coi raggi,

la pace e la gioia nel mondo. (2v)

 

Carovane di popoli stanchi,

che venite dai sentieri del tempo,

sostate davanti al presepio,

bevete dell'acqua che zampilla.

 

Un giorno risuonerà sul monte:

beati voi tutti che credete,

beati voi quando soffrite,

vi abbraccia e vi consola il Cielo. (2v)

 

Sono tante ancora le barriere

che dividono gli uomini fra loro,

e percorre il male nuove vie,

seminando tristezza e dolore.

 

Vivete il dono dell'amore,

che giurate insieme nella gioia.

Lasciate ogni bimbo sbocciare:

è il frutto più bello della vita (2v)

 

  • I Canti sono sul sito giullarididio.it sezione musica

 

Il Cantico di Frate Sole

IL CANTICO DI FRATE SOLE

(9 CANTI  5 Drammatizzazioni- durata 50° minuti)

 

3_il cantico delle creature_mpeg4 from Giullari di Dio on Vimeo.

 

 

Canto:        Sia lode a te

  1. Drammatizzazione: Cantico di frate sole

Canto-Danza:     Messer lo frate Sole

Canto-Danza:     Sora Acqua

Canto-danza:      Frate Fuoco

Canto-Danza:     Frate Vento

  1. Drammatizzazione (Lc 12,22-34)

Canto:        Abbandonarsi alla Provvidenza

  1. Drammatizzazione: Gli Araldini e le virtù

Canto:        Nel Giardino di Francesco

  1. Drammatizzazione: Le Api (FF. 755)

Canto:        Tutto l’alveare

  1. Drammatizzazione: Conclusione

(da Laudato si’, Enciclica sulla cura della casa comune)

Canto:        Lodato da tutti

 

 

 

Canto:           Sia lode a te

  1. Drammatizzazione: Cantico di frate sole

 

I Frati, sdraiati a terra, si svegliano alla voce di Francesco.

Francesco:

Angelo, Masseo, sta sorgendo Frate sole, che con la sua luce e il suo calore spazza via il buio e il freddo della notte. E’ bene, fratelli miei, salutare il nuovo giorno, cantando le lodi all’Altissimo con tutte le creature. Sarà una sinfonia di voci e di colori, che salirà verso il cielo, per ringraziare Dio per tutti questi doni.

Angelo:

E’ vero, ogni cosa creata ci parla di Lui, che è Bellezza e Bontà infinita.

Masseo:

E come se il Signore avesse lasciato nel creato delle orme, perché potessimo risalire a Lui, che ne è l’Autore.

Francesco:

Il Signore ha voluto donarci:

Sora luna e le stelle chiare, preziose e belle.

Masseo:

Frate Vento e sora Acqua umile, preziosa e casta.

Angelo:

Frate Fuoco bello, giocondo, robusto e forte e la nostra madre Terra, che ci fa vivere con i suoi frutti.

Francesco:

Venite, fratelli, ascoltiamo la voce di ogni creatura e contempliamo e gustiamo la presenza di Dio in tutto ciò che ci circonda.

 

 

Canto-Danza:         Messer lo frate Sole

Canto-Danza:         Sora Acqua

Canto-danza:          Frate Fuoco

Canto-Danza:         Frate Vento

  1. Drammatizzazione (Lc 12,22-34)

 

Francesco:

Avete visto, fratelli, che splendore e che ricchezza il Signore ha profuso in abbondanza nel creato? Ma gli uomini non hanno tempo di accorgersi di questo, troppo preoccupati del cibo e del vestito.

La vita è più importante!

Osservate i corvi: non seminano e non raccolgono eppure Dio li nutre.

Ebbene noi valiamo molto più degli uccelli!

I fiori dei campi non lavorano e non si fanno vestiti eppure nemmeno il re Salomone con tutta la sua ricchezza ha mai indossato un vestito così bello.

Se, dunque, Dio rende così belli i fiori dei campi, a maggior ragione, procurerà un vestito a noi.

 

Angelo:

Non dobbiamo stare sempre in ansia, pensando a cosa mangeremo, a cosa berremo. Quelli che non conoscono Dio cercano  queste cose.

 

Masseo:

Noi abbiamo invece un Padre, che sa bene quello di cui abbiamo bisogno. Cerchiamo Lui e il suo regno, tutto il resto Dio ce lo darà in più.

 

Francesco:

Procuriamoci ricchezze, che non si consumano, un tesoro sicuro in cielo. Là i ladri non possono arrivare e la ruggine non lo può distruggere. Perché dove sono le nostre ricchezze, là sarà anche il nostro cuore.

 

Canto:          Abbandonarsi alla Provvidenza

  1. Drammatizzazione: Gli Araldini e le virtù

 

Alcuni bambini si avvicinano  a Francesco e parlano con lui.

1 ° Araldino:

Francesco, noi siamo dei bambini, che hanno conosciuto il tuo grande amore per il Signore e che, come te, vogliono camminare sulla strada che porta a Gesù.

2° Araldino:

Abbiamo scelto il nome di Araldini, perché tu spesso hai detto di essere l’araldo del gran  Re. Anche noi desideriamo lodare il Signore e portare a tutti il suo messaggio di pace e di amore.

3° Araldino:

Insegnaci, Padre, ad esercitarci nelle virtù, per diventare sempre più come Gesù ci vuole.

Francesco:

Pace a voi fratelli! Sono contento della vostra scelta e del vostro impegno. Vedete quanti fiori crescono nei prati? Ebbene ognuno di loro ci suggerisce una virtù da imitare.

 

Canto:           Nel giardino di Francesco

 

  1. Drammatizzazione Le Api (FF. 755)

Francesco:

Ecco sono venute a trovarci le sorelle api, così laboriose e gioiose. Ogni giorno succhiano il nettare dai fiori e lo trasformano in dolcissimo miele con il quale la vostra mamma prepara per voi torte e focacce.

 

Angelo:

Dovete sapere che un tempo era stata costruita una celletta su un monte, dove Francesco passò quaranta giorni in penitenza e in preghiera. Passato il periodo di tempo, se ne andò e la celletta rimase vuota, essendo il luogo isolato. Rimase anche lì il vasetto di terra, che gli serviva per bere.

Masseo:

Un giorno si recarono alcune persone, per vedere il luogo, in cui aveva dimorato Francesco. Il vasetto era pieno di api, che con grande abilità, vi stavano costruendo le cellette dei favi.

Francesco:

Le sorelle api, depositando il miele, hanno dimostrato di aver ben compreso la dolcezza della preghiera e dell’intimità con Gesù, che aveva inebriato la mia anima. Ascoltiamo la loro storia!

 

Canto:           Tutto l’alveare

 

 

  1. Drammatizzazione: Conclusione

(da Laudato si’, Enciclica sulla cura della casa comune)

I bambini si prendono per mano formando un semicerchio davanti al pubblico.

Francesco:

Abbiamo trascorso momenti di gioia e di santa letizia, leggendo lo splendido libro della natura, nel quale  Dio ci parla e ci trasmette qualcosa della sua bellezza e bontà.

Angelo:

Dobbiamo avere rispetto per questa “casa comune”, come la chiama Papa Francesco, che è come una sorella con la quale condividiamo l’esistenza e come una madre bella, che ci accoglie fra le sue braccia.

 

 

Masseo:

Tutti noi siamo chiamati a collaborare per restituire al creato , la dignità che Dio gli ha donato.

Francesco:

A lode e gloria di nostro Signore Gesù Cristo.

Angelo e Masseo:

E del suo servo poverello Frate Francesco

Tutti:

PACE E BENE!

Canto:           Lodato da tutti

 

Durante il canto i bambini, a gruppi secondo le rappresentazioni ,vanno avanti, fanno l’inchino al pubblico e battendo le mani si posizionano indietro, così via fino alla fine del canto.

Il nome di Gesù
Venerdì, 09 Febbraio 2018
article thumbnail“Solo il nome di Gesù è la nostra salvezza. Solo lui ci può salvare. E nessun altro....
PARALITURGIA NATALIZIA 2017
Venerdì, 09 Febbraio 2018
article thumbnailNATALE D’AMORE   Elenco canti Caro Gesù Dormi o bambino Ninna nanna Che grande tesoro Laudato...
article thumbnailQuest'anno abbiamo inserito nella formazione un testo importante per noi cristiani e...
Non ci sono imminenti eventi per questa categoria