Un amore così grande! … Verso Papa Francesco

Un giorno di metà giugno, abbiamo ricevuto, inaspettatamente, la notizia che il Papa avrebbe incontrato i giovani delle diocesi di Abruzzo e Molise, il 5 luglio 2014 a Castelpetroso. La Gi.Fra di Pescara colli non poteva assolutamente mancare! Non è stato piacevole svegliarsi presto ma con la gioia nel cuore e la voglia di stare vicino al Papa, tutto è stato affidato nelle mani del Signore. Guidati dalla sua luce siamo giunti al Santuario della Madonna Addolorata di Castelpetroso. Ci aspettavamo di incontrare molti giovani ma non così tanti! Eravamo più di ventimila, tutti per incontrare quella piccola grande persona simbolo di umiltà e semplicità, proprio come il nostro caro San Francesco. Ci siamo chiesti come abbia fatto questo Papa “che arriva dalla fine del mondo” a toccare il più profondo del cuore di ogni ragazza o ragazzo lì presente.
La giornata ha avuto inizio con canti e balli caratteristici di diverse realtà diocesane, ma che tutti i giovani conoscevano, non esistevano differenze perché tutti eravamo lì per attingere nuova energia da quella fonte vitale che ci ha chiamati: Dio.
Dopo la messa celebrata dal Vescovo, e dopo una lunga attesa sotto il sole, finalmente è arrivato Papa Francesco. Con la sua Papa mobile scoperta è passato tra noi giovani. Eravamo così tanto vicini a lui che allungando la mano potevamo sfiorarlo.
Il Papa inizia il suo discorso lanciando una sfida ai giovani, li incoraggia a non star fermi e camminare con entusiasmo senza “farsi rubare la speranza”. Non è l’unica battaglia da combattere, infatti siamo chiamati alla ricerca di quello che ci rende stabili e che veramente conta. La cultura in cui siamo immersi non consente una stabilizzazione definitiva e non permette la formazione di legami solidi fondati sull’amore. E’ proprio l’amore che tutto muove! La missione dell’uomo è essere amato ed amare. Per questo non possiamo fare a meno di parlare del Signore e della sua grande misericordia. L’amore è Dio su quella croce.
Proseguendo con il discorso, il Papa ha voluto portare l’attenzione sul fenomeno della disoccupazione che colpisce l’attuale generazione di giovani. Per trovare una soluzione dobbiamo far nostro il concetto di solidarietà. Per il Papa bisogna “aiutarci gli uni gli altri per trovare una soluzione di solidarietà”. Confida nel trovare la giusta strada e sul fatto che i giovani hanno come punti di forza la speranza e il coraggio.
Il suo discorso e la sua visita si concludono con la preghiera alla nostra Madre Celeste e la benedizione e una frase che fa ben riflettere: “Per favore, vi chiedo di pregare per me: per favore, fatelo! E non dimenticatevi: “camminare la vita”, mai “girare la vita”! Grazie!”.

 

Il nome di Gesù
Venerdì, 09 Febbraio 2018
article thumbnail“Solo il nome di Gesù è la nostra salvezza. Solo lui ci può salvare. E nessun altro....
PARALITURGIA NATALIZIA 2017
Venerdì, 09 Febbraio 2018
article thumbnailNATALE D’AMORE   Elenco canti Caro Gesù Dormi o bambino Ninna nanna Che grande tesoro Laudato...
article thumbnailQuest'anno abbiamo inserito nella formazione un testo importante per noi cristiani e...
Non ci sono imminenti eventi per questa categoria